Proponiamo una gamma completa di filtri a tamburo, assemblati con pochi componenti mobili, robusti e di lunga durata, con costi di manutenzione e di esercizio ridotti, per un investimento sicuro.


Queste macchine sono studiate per riciclare l'acqua dolce o marina negli impianti a circuito chiuso, oppure per filtrarla all'entrata e allo scarico nei circuiti aperti.
 Possono trattare dai 3,5 fino a 900 litri al secondo.


Gli elementi filtranti in rete possono essere facilmente puliti e riposizionati sull'unità a tamburo, oppure sostituiti se é necessario cambiare il grado di filtrazione. Questo facilita le manutenzioni e permette di adattare il filtro ai reali fabbisogni di resa e portata.

I filtri vengono forniti con un sistema automatico di controlavaggio.
Sono resistenti alla corrosione e sono adatti per ambienti di acqua dolce (struttura in acciaio inox Aisi 304 L) oppure per ambienti corrosivi o marini (struttura in Aisi 316 L oppure Duplex 2205).

La vasca di contenimento del filtro può essere realizzata dal Cliente in calcestruzzo oppure acquistata in acciaio inox (Aisi 304 L, Aisi 316 L, Duplex 2205 oppure in PEHD).


Filtri a tamburo nelle versioni disponibili

Filtro con vasca                           Filtro con tubo di ingresso                    Filtro senza vasca

Vantaggi

  • Filtrazione molto precisa
  • Sistema poco costoso da gestire
  • Perdite di carico ridotte, anche quando il filtro è intasato
  • Il processo di filtrazione continua senza interruzioni anche durante il controlavaggio
  • Controlavaggio automatico mediante sensori di livello

Applicazioni comuni:



  • Filtrazione e depurazione di acque civili e industriali in arrivo ed allo scarico.
  • Indispensabili negli allevamenti a ricircolo e per il trattamento primario degli scarichi degli impianti di acquacoltura.
  • Industrie alimentari
  • Industrie tessili
  • Industrie chimiche
  • Miniere,
  • Cemento,
  • Vetro e ceramica,
  • Industrie forestali,
  • Dighe,
  • Irrigazioni,
  • Canali,
  • Acquacolture,
  • Torri di raffreddamento,
  • Agricoltura e allevamento del bestiame,
  • in breve, in tutti gli impianti in cui si utilizza l’acqua.

Principio di funzionamento

Questi filtri funzionano secondo un principio semplice e affidabile: l'acqua da filtrare entra all'interno del tamburo, attraversa la superficie del cilindro che è ricoperta da una rete a maglie fini, ed esce filtrata.
I solidi sospesi che presentano dimensioni superiori alla maglia della rete vengono trattenuti all'interno del tamburo e lentamente intasano la rete; di conseguenza il livello dell'acqua all'interno del tamburo aumenta, facendo partire  automaticamente la rotazione del filtro ed il controlavaggio della rete. Dei potenti spruzzi d'acqua lavano la rete e fanno cadere lo sporco che la intasava in una canaletta che porta all'esterno.

Appena la rete è pulita, l'acqua ritorna al livello normale e la rotazione del filtro ed il controlavaggio si arrestano. Il ciclo si ripete ad intervalli che dipendono dalla concentrazione dei solidi da filtrare e dalla dimensione della maglie della rete.

Principio di funzionamento del sistema Rotoclean

  1. Motore
  2. Controlavaggio
  3. Canale di uscita dell'acqua filtrata
  4. Ingresso dell'acqua da filtrare
  5. Canaletta di scarico dei solidi sospesi
  6. Tamburo con griglie filtranti
  7. Cinghie di sospensione del tamburo

 

Questi filtri funzionano secondo un principio semplice e affidabile: l'acqua da filtrare arriva all'interno di un tamburo rotante; la superficie esterna del tamburo é costituita da una serie di strutture, ricoperte da una rete in acciaio inox oppure in poliestere; i solidi sospesi che presentano dimensioni superiori alla maglia della rete vengono trattenuti all'interno del tamburo, che ruotando lentamente li separa dall'acqua e li fa uscire attraverso una canaletta di scarico. - See more at: http://scubla.it/it/component/content/article.html?id=20#sthash.HE3iBjqZ.dpuf
Questi filtri funzionano secondo un principio semplice e affidabile: l'acqua da filtrare arriva all'interno di un tamburo rotante; la superficie esterna del tamburo é costituita da una serie di strutture, ricoperte da una rete in acciaio inox oppure in poliestere; i solidi sospesi che presentano dimensioni superiori alla maglia della rete vengono trattenuti all'interno del tamburo, che ruotando lentamente li separa dall'acqua e li fa uscire attraverso una canaletta di scarico. - See more at: http://scubla.it/it/component/content/article.html?id=20#sthash.HE3iBjqZ.dpuf