Prodotti

Filtri biologici a letto fluido LSB

  Cod. B.50.002
Sono in grado di "digerire" fino a 12 kg di mangime al giorno, che equivale a 790 g. di ammoniaca e azoto per metro cubo di corpi filtranti al giorno. Ideali per acquari e impianti a ricircolo per la ricerca

SCUBLA LSB Low-Space Bioreactors, con tecnologia MBBR (Moving Bed Bio Reactor)

Una superficie di filtrazione specifica enorme, in poco spazio
Ci sono molti tipi di filtri utilizzati in acquacoltura, ma questi rivoluzionari bioreattori compatti, completamente automatici e autoregolanti sono un’esclusiva di Scubla Aquaculture.
Settateli, metteteli in funzione e dimenticateveli pure, sono completamente autonomi.
Quanti biofiltri gestiscono una media di 3 chili di mangime al giorno per ogni metro cubo del loro volume?
I nostri ne gestiscono fino a 12. Questo significa che ogni giorno riescono a “digerire” 790 g di ammoniaca e azoto per metro cubo di corpi filtranti.

Caratteristiche:

Sono robusti e non pressurizzati, molto meno sensibili alle variazioni di portata e alle interruzioni di corrente rispetto ai filtri a letto fluido.
Il bioreattore più piccolo può gestire fino a 64 chili di pesce ben alimentato.

Quando si opera con impianti a ricircolo a bassa prevalenza, i nostri bioreattori compatti possono essere installati sotto il livello del pavimento per ridurre i consumi elettrici, e le perdite di carico saranno di poche decine di centimetri.

Poiché per fare circolare i media all’interno del filtro viene usata dell’aria prodotta da soffianti, il bioreattore aggiunge ossigeno all’acqua ed elimina l’anidride carbonica!

Sopra il bioreattore si può disporre una cappa per lo scarico all’aperto della CO2.
I contenitori sono di colore blu o verde, per impedire lo sviluppo di alghe all’interno e per fornire un’ambiente buio (preferito dai batteri Nitrobacter). La profondità del diffusore d’aria può essere regolata per adeguarla con la vostra soffiante o compressore.

I nostri bioreattori compatti SCUBLA LSB vengono forniti completi dei corpi di riempimento Bio-media (materiali per la biofiltrazione).

La soffiante non è inclusa. Tutto ciò che Vi serve sono dei collegamenti a tubo filettati.

A richiesta, produciamo modelli su misura.

Codice Descrizione Dati Tecnici
    Diametro
[cm]
Altezza [cm] Volume [litri] Volume media [litri] Portata acqua [l/min] Collegamenti entrata/uscita [mm] SCU/B* carico pesce [kg] Mangime [kg/giorno]
B.50.002 Filtro biologico a letto fluido LSB3 40 130 160 75 0,7 ÷ 2,1 ø40/ø50 68,4 0,6 ÷ 1,3
B.50.003 Filtro biologico a letto fluido LSB5 50 130 250 120 1,1 ÷ 3,2 ø40/ø63  106,9 1 ÷ 2,1
B.50.004 Filtro biologico a letto fluido LSB7 70 150 580 275 2,5 ÷ 7,5  ø50/ø63 247,6 2,3 ÷ 5
B.50.005 Filtro biologico a letto fluido LSB8 80 150 750 360 3, 3 ÷ 9,8  ø50/ø63 323,4 3 ÷ 6,4
B.50.006 Filtro biologico a letto fluido LSB12 95 150 1000 500 4,6 ÷ 13,8 ø63/ø90 456 4,2 ÷ 9,1
B.50.007 Filtro biologico a letto fluido LSB25 95 200 1400 700 6,4 ÷ 19,1  ø63/2xø90 631,4 5,5 ÷ 12,5
B.50.008 Filtro biologico a letto fluido LSB35 120 200 2250 1100 10,2 ÷ 30,5  ø63/3xø90 1007,5 9,3 ÷ 20,1


*)“SCU/B” corrisponde allo standard di efficienza assoluta per i biofiltri.
I valori “SCU/B” indicano quanti chili di pesce può sostenere un filtro biologico all'interno di un tipico impianto a ricircolo. Fungono da riferimento rapido per confrontare i nostri filtri biologici. (Annotiamo che il fattore di conversione ammoniacale sulle altre superfici a contatto con l’acqua (come vasche e tubazioni), potrebbe aumentare fino al 50%, ma poiché queste superfici di nitrificazione sono sovente eliminate dalla pulizia manutentiva e dagli additivi chimici, è sconsigliabile fare conto su di esse.)

I numeri “SCU/B” considerano la diffusione di biofilm e la disponibilità dell’ossigeno in funzione di uno specifico tipo di biofiltro (per esempio: filtro a letto fluido rispetto a filtro a biodischi). Informiamo che la quantità di mangime, il suo contenuto proteico, il pH, la concentrazione di ammoniaca, la temperatura, la prefiltrazione dei solidi ed altre variabili hanno un marcato effetto sulle prestazioni del biofiltro. Le prestazioni reali sul campo possono variare dal numero in tabella “SCU/B” di un fattore 3 o maggiore, solamente per i motivi sopra citati. L’abilità gestionale e perfino la distribuzione dei tempi, sono altre variabili; specialmente per gli schiumatoi utilizzati per la nitrificazione piuttosto che per la rimozione dei solidi.

I valori “SCU/B” vanno tenuti in considerazione soltanto per le seguenti circostanze:

  • Tilapia e pesci gatto da ca. 220 g, allevati in vasche al coperto (ambiente chiuso);
  • Fondi delle vasche o dei bacini non terrosi, bassa concentrazione di alghe;
  • Acqua alla temperatura di 24-26 °C. Se la temperatura scende a 18 °C la capacità diminuisce del 10%; a 14 °C: -20%; a 10 °C: -30%; a 6 °C: -40%.
  • Il ricircolo completo dell’acqua del sistema avviene almeno una volta ogni ora;
  • pH 7,2;
  • 3 mg/l di concentrazione di ammoniaca e azoto;
  • Alimentazione giornaliera con mangime a pellet al 40% di proteine nella dose del 2% del peso corporeo;
  • Prefiltrazione efficace dei solidi (tranne che per gli schiumatoi).